• +02-33510320
  • info@drsnc.it

Topi in casa: come agire.

Topi in casa: come agire.

La presenza di un topo in casa è una sensazione sgradevole che rischia di mettere a soqquadro il nostro stile di vita. Infatti i roditori trovano nelle nostre case una riserva di cibo pressoché illimitata insieme a comodi angoli in cui realizzare in piena tranquillità la loro tana e riprodursi.
Quando trovano queste condizioni ideali i topi si riproducono rapidamente, infestando l’intera casa e diventando un problema serio per la nostra salute.
Di norma all’inizio i topi si avventurano i cerca di cibo solo la notte, ma se la colonia è diventata abbastanza numerosa questi diventano più intraprendenti ed è possibile vedere un esemplare anche in pieno giorno
A questo punto è importante agire immediatamente per liberarsene, prima che prendano possesso della nostra casa e delle nostre vite.

I segni della presenza del roditore

La presenza di un topo in casa lascia delle tracce inevitabili che ci confermano la sua presenza.
Bisogna sapere che il topo ha dei percorsi abitudinari per recarsi dalla tana alla fonte di cibo, percorsi riparati da mobili lungo i quali è possibile trovare le tracce.
Le tracce più appariscenti sono gli escrementi, lunghi circa mezzo centimetro ed ovali, che si possono trovare lungo il percorso, quindi a ridosso di pareti o dietro ai mobili.
Sempre a ridosso delle pareti, nei punti più irregolari e ardui del percorso possiamo trovare dei peli o macchie di grasso corporeo del roditore.
I mobili a loro volta possono presentare i tipici segni di rosicchiamento, e se il roditore proviene dall’esterno i rosicchiamenti si riscontrano anche negli infissi. Così come i topi trovano irresistibili le guaine dei cavi elettrici, provocando la rottura del filo elettrico e a volte anche corto circuiti.
Giornali o libri rosicchiati indicano la presenta di una tana pronta per la riproduzione. Infatti la carta sminuzzata viene usata per rendere più accogliente la tana per i topolini della nidiata.
Altro indizio rivelatore della presenza del topo, soprattutto nelle cantine o nei solai, è la presenza delle impronte impresse nella polvere.

Rendiamogli la vita difficile!

Per rendere la vita difficile al topo il primo passo è fargli sudare il pasto, e visto che predilige i cereali è bene che farina, pasta e altri alimenti sfusi della nostra dispensa siano posti in contenitori Anche gli avanzi dovranno essere posti in contenitori con coperchio, in luoghi difficilmente accessibili, e gli avanzi del cibo degli animali domestici non devono essere lasciati nelle ciotole, invitando così il nostro ospite ad un comodo pasto, ma gettati insieme agli avanzi di cibo.
Controllare attentamente porte ed infissi, soprattutto i cassonetti delle tapparelle, per individuare delle aperture attraverso le quali possiamo essere visitati dai roditori. Queste vanno chiuse con una rete di ferro dalle maglie adeguate ad evitare che il topo le attraversi e controllate periodicamente.
Anche i buchi nelle pareti o nel soffitto dovranno essere chiusi inserendo una rete di ferro.
Librerie e cassetti andranno puliti e controllati attentamente per individuare altri punti di passaggio da chiudere
Con questi accorgimenti molto probabilmente non ci libereremo dei topi, ma possiamo sperare che nel frattempo trovino altre riserve di cibo da cui attingere, che non siano le nostre.
Se invece vogliamo liberarci della sgradita presenza, dobbiamo ricorrere ad un servizio professionale di derattizzazione, che provvederà ad attuare tecniche di allontanamento e derattizzazione che non arrecano danni agli animali domestici o che siano pericolose per i bambini.
Con un monitoraggio continuo e costante la presenza dei topi nella nostra casa non sarà più un problema e ci potremo riappropriare tranquillamente dei nostri spazi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi un preventivo

Cerchi una azienda specializzata nelle derattizzazione e disinfestazione a Milano? Operiamo a Milano e in tutta la Lombardia